13/01/2022 - La Commissione Ue apre un bando di gara da 258 milioni di euro per sostenere le infrastrutture digitali transfrontaliere.

L'azione fà parte del programma Connecting Europe Facility. Il 19 gennaio saranno resi espliciti i requisiti per partecipare e modalità di valutazione.
 
La Commissione europea ha inoltrato i primi inviti a presentare proposte nell’ambito della parte digitale del programma Connecting Europe Facility (Cef Digital). Con un budget previsto di 258 milioni di euro, questa prima tranche di finanziamenti è mirata al miglioramento delle infrastrutture digitali per la connettività di tutta l’Ue, in particolare le reti Gigabit e 5G. Per la vice presidente della Commissione Margrethe Vestager, "il miglioramento delle reti e delle infrastrutture garantirà che i cittadini e le imprese europee possano accedere a nuovi posti di lavoro, competere su nuovi mercati e rafforzare le loro operazioni"
 
L'obiettivo globale di Cef Digital è di fornire oltre 1 miliardo di euro di finanziamenti per migliorare le infrastrutture di connettività digitale in Ue nei prossimi 3 anni. Il programma di lavoro finanziato con oltre 1 miliardo di euro era stato adottato da Bruxelles il 16 dicembre dello scorso anno. Nel primo bando di gara l’esecutivo comunitario ha deciso di concentrarsi sulla connettività 5G per le principali vie di trasporto europee e per i fornitori di servizi chiave nelle comunità locali dell’Unione. Focus anche sulle infrastrutture che collegano servizi cloud federati, cavi sottomarini e piattaforme digitali operative per le infrastrutture di trasporto e di energia sul territorio Ue.
 
I bandi del programma sono aperti a entità e joint venture con sede nei Paesi membri Ue o nei territori d’oltremare. Mercoledì 19 gennaio sarà inoltre organizzata una giornata per tutte le informazioni più dettagliate per i candidati interessati: come e quali criteri sono richiesti per presentare domanda e il processo di valutazione per l’assegnazione del bando.