22/11/2021 - Ema inizia la valutazione su dose di richiamo per il vaccino Johnson&Johnson.

L'esito dell'analisi è previsto "entro poche settimane", scrive l'agenzia in una nota.
 
L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha iniziato da questa settimana la valutazione per l'uso di una dose di richiamo del vaccino della farmaceutica statunitense Johnson&Johnson,da somministrare almeno 2 mesi dopo la prima dose a persone sopra i 18 anni di età. Molti Stati membri dell’Ue hanno iniziato già con la somministrazione della seconda dose, come dose aggiuntiva (booster) anche senza passare dalla valutazione dell’Ema, dal momento che ormai il vaccino è autorizzato al commercio nell’Ue.
 
L’agenzia spiega che il proprio comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) effettuerà una “valutazione accelerata dei dati presentati dalla società” che commercializza il vaccino, con risultati su oltre 14.000 adulti che hanno ricevuto una seconda dose di vaccino Covid-19 Janssen o placebo (un trattamento fittizio) 2 mesi dopo la dose iniziale. Un esito della valutazione è previsto entro poche settimane, secondo l’Ema "a meno che non siano necessarie informazioni supplementari”. 
 
Johnson & Johnson già nei giorni scorsi aveva presentato all'Ema la richiesta di autorizzazione per un pacchetto che includesse la dose singola più una dose di richiamo del suo vaccino. La stessa azienda ha comunicato che dai risultati dello studio clinico di Fase III ENSEMBLE, è emersa un'efficacia del 100% contro le forme gravi di Covid-19 dopo la somministrazione di 2 dosi e del 75% dopo una singola dose.