09/06/2020 - Brexit, indetta riunione del comitato Ue sull'attuazione Accordo per il 12 giugno.

Si parlerà delle frontiere irlandesi, di Gibilterra e dei diritti dei cittadini Ue e britannici.
 
La prossima riunione del comitato misto sull'attuazione dell'Accordo per la Brexit, presieduta dal vicepresidente per le relazioni Interistituzionali vicepresidente della Commissione europea, Maros Sefcovic, ed il ministro britannico Michael Gove, è prevista per venerdì 12 giugno. In agenda sono previste valutazioni sull'attuazione delle intese sui Diritti dei cittadini, il protocollo sulle frontiere irlandesi, quello sulla sovranità delle basi a Cipro, il protocollo su Gibilterra, e le previsioni finanziarie.
 
“Non ci sono stati progressi significativi” nei negoziati con Londra, ma un accordo “deve essere trovato da oggi al 31 ottobre”. Non è finito il braccio di ferro tra i negoziatori dell’Unione europea e quelli del governo britannico sulla Brexit. Nonostante l’accordo definitivo siglato tra Bruxelles e il governo di Boris Johnson alla fine di gennaio 2020, il capo negoziatore della Commissione, Michel Barnier - a margine dell'ultimo round di negoziati - non nasconde le difficoltà in questo anno di transizione che dovrebbe servire per raggiungere nuovi accordi tra le parti e accompagnarle alla separazione definitiva il 1 gennaio 2021.
 
Visti i numerosi nodi da sciogliere, Bruxelles è anche tornata a proporre un prolungamento del periodo di transizione per ulteriori uno o due anni, come previsto dall’accordo, ma, spiega Barnier, questa ipotesi è stata respinta categoricamente dal governo britannico. “Se non vi è alcuna decisione in merito a una proroga, il Regno Unito lascerà il mercato unico e l’unione doganale in meno di 7 mesi”, ha aggiunto.