13/02/2024 - Frontex: a gennaio forte calo di flussi migratori irregolari in Ue.

Il Mediterraneo centrale registra il calo maggiore (-71% rispetto a dicembre 2023). Picco degli arrivi sulla rotta dell'Africa occidentale (quasi +50%).
 
"Il numero di attraversamenti irregolari delle frontiere dell'Unione europea è sceso a gennaio di quasi 14.000 unità, con un calo di circa 1/3 rispetto a dicembre e un valore più o meno in linea con il totale dello stesso mese dell'anno scorso. Quasi tutte le principali rotte migratorie hanno registrato un calo mensile che va dal -71% del Mediterraneo centrale fino al -30% dei Balcani occidentali". Lo rileva l'ultimo bollettino di Frontex, l’Agenzia europea per le frontiere.
 
"A invertire la tendenza al ribasso è stata la rotta migratoria dell'Africa occidentale, dove il numero di arrivi ha superato i 6.600 nel solitamente tranquillo periodo di gennaio, quasi il 50% in più rispetto a dicembre e 10 volte la cifra registrata 1 anno fa: la regione ha rappresentato quasi la metà di tutti i rilevamenti di attraversamenti irregolari delle frontiere" nel periodo preso in cosiderazione, prosegue l'agenzia Ue. L’anno scorso, la rotta dell’Africa occidentale ha registrato il maggior aumento percentuale di attraversamenti irregolari.
Frontex rimane impegnata a salvaguardare le frontiere dell’Unione europea, con quasi 2.370 agenti e personale impegnati in varie operazioni. Attualmente, 170 agenti e personale di Frontex stanno supportando la Spagna nelle isole Canarie e nella regione del Mediterraneo occidentale.