19/01/2023 - Marc Angel (S&D) è il nuovo vicepresidente del Parlamento Ue.

Il lussemburghese è stato eletto come uno dei 14 vicepresidenti per sostituire l'ex-vicepresidente greca Eva Kaili.
 
Il socialista ed eurodeputato lussemburghese Marc Angel è stato eletto alla seconda votazione vice presidente dell'Eurocamera al posto di Eva Kaili, agli arresti per il Qatargate. La maggioranza assoluta necessaria, al secondo turno, era di 296. Angel ha totalizzato 307 voti fsvorevoli, seguito dalla leghista Annalisa Tardino (185 voti) e dalla verde Gwendoline Delbos-Corfield, che ha ottenuto 98 voti. Al primo turno Angel non aveva raggiunto il quorum.
 
Al secondo turno di votazione, gli eurodeputati sono stati 590, gli astenuti 55. Al secondo turno ha quindi retto il patto di coalizione tra Ppe, S&D e Renew Europe per mantenere nel ruolo di vicepresidente un esponente del gruppo socialista, nonostante i forti malumori interni ai Popolari. Tanto che, alla prima chiama, il gruppo guidato da Manfred Weber ha voluto a suo modo dare un segnale, evitando che Marc Angel raggiungesse la maggioranza assoluta.
 
Secondo diverse fonti parlamentari a saldare l'intesa su Angel ha contribuito anche un altro fattore: il via libera, dopo un lungo impasse, arrivato alla conferenza dei capigruppo da parte dei Socialisti all'istituzione della Sottocommissione alla Salute Pubblica e, soprattutto, al fatto che l'organismo sia guidato da Andrzej Halicki, capo delegazione dei polacchi di Piattaforma Civica nei Popolari.
 
Membro della Camera dei Deputati del Lussemburgo dal 2004, il politico 59enne ha rinunciato al mandato parlamentare nazionale nel 2019 per sostituire al Parlamento Ue il connazionale Nicolas Schmit, dopo la nomina di quest’ultimo a commissario per il Lavoro e i diritti sociali nel gabinetto von der Leyen. Angel è attualmente vicepresidente della commissione per l’Occupazione e gli affari sociali (Empl) dell’Eurocamera e membro di quella per le Petizioni (Peti) e delle delegazioni alla commissione parlamentare mista Ue-Cile e all’Assemblea parlamentare euro-latinoamericana.