10/11/2020 - L'Ue dà via libera a 4 miliardi di dazi sui prodotti USA.

Il nuovo presidente Biden erediterà la somma dalla precedente gestione Trump. In vigore dal 10 novembre.
 
Il nuovo inquilino della Casa Bianca, Joe Biden, "erediterà" dal suo predecessore Donald Trump 4 miliardi di dollari di dazi che l'Unione europea applicherà a una serie di prodotti Usa. Si tratta dell'ultimo atto della guerra commerciale scoppiata tra le sponde dell'Atlantico e alimentata da Trump nel quadro della sua strategia di politica estera. L’Unione ha deciso di avvalersi del diritto di imporre dazi sui prodotti statunitensi riconosciuto dal Wto nell’ambito della disputa Boeing-Airbus. La decisione è stata presa dai ministri responsabili per il commercio nella videoconferenza tenutasi il 9 novembre e sarà in vigore a partire da oggi 10 novembre.
 
Nell'attesa di capire se Biden cambierà davvero registro, Bruxelles ha annunciato che darà seguito al via libera del Wto, l'organizzazione internazionale del commercio, che ha ritenuto legittima la richiesta Ue di applicare dazi per 4 miliardi di dollari sui prodotti Usa importati nel Vecchio Continente. Le tariffe fanno parte della controversia che riguarda i 2 giganti produttori di aerei, l'europea Airbus (azienda partecipata da Francia, Germania e Spagna) e la statunitense Boeing: Washington ha accusato Bruxelles di sovvenzionare Airbus con aiuti di Stato, e viceversa.
 
Oltre al settore aeronautico verranno colpiti prodotti agricoli, prodotti lavorati e prodotti industriali, spiega il commissario per il Commercio, Valdis Dombrovskis, al temine dei lavori. Dombrovskis ha annunciato che tali tariffe verranno attuate, ma nella speranza che possano essere ritirate al più presto. "Il presidente eletto Biden ha dichiarato più volte di essere un forte sostenitore delle alleanze internazionali, del multilateralismo e del miglioramento delle relazioni con l'Unione europea", ha detto il politico lettone. "Non vediamo l'ora di lavorare con l'amministrazione americana per affrontare difficoltà come il caso Airbus/Boeing" - ha aggiunto.