11/10/2018 - Emissioni auto, c'è l'accordo per il taglio al 35% entro il 2030.

"Il target fissato da un accordo tra 20 Paesi Ue su 28 è inferiore a quello richiesto la settimana scorsa dal Parlamento europeo".
 
Dopo 13 ore di negoziati, a Lussemburgo si è triovata l'ntesa tra i ministri dell'ambiente Ue per il taglio delle emissioni di CO2: questi saranno del 35% per le vetture e del 30% per i van entro il 2030. Lo ha annunciato la presidenza austriaca dell'Ue che ha lavorato per raggiungere il compromesso; il Parlamento europeo chiedeva un taglio del 40%, la Commissione proponeva un target meno ambizioso del 30%. 
Il governo italiano, guidato in Lussemburgo dal ministro Sergio Costa, era favorevole a un target del 40%, stando alle parole dello stesso ministro alla vigilia del vertice". Sono previste deroghe per chi produce piccole quantità di veicoli. Nel complesso, 20 Paesi hanno votato a favore, 4 contro e 4 si sono astenuti. Hanno criticato il compromesso Irlanda, Lussemburgo, Slovenia, Danimarca, Svezia e Olanda.
Gli Stati membri inizieranno ora i negoziati con i deputati al Parlamento europeo per mettere nero su bianco gli sforzi che saranno richiesti, in definitiva, ai costruttori di automobili.